Ritornare a Ramallah

Carissimi amici,

spero vogliate scusarmi per il ritardo con cui vi scrivo ma ho sperato, fino a qualche giorno fa, di poter ritornare a Ramallah per definire gli ultimi dettagli della missione allo Istishari Arab Hospital già programmata per la metà del prossimo Gennaio.

La trepidazione con cui seguo gli eventi di Gerusalemme e del West Bank l’ho già vissuta 17 anni fa quando mi trovavo a Ramallah , davvero una strana coincidenza, poco prima che scoppiasse la seconda Intifada a Gerusalemme nel Settembre del 2000.

Avevamo appena finito la seconda missione di quell’anno di cui conservo dei ricordi indelebili e in particolare la foto del sorriso della mamma di una bambina operata qualche giorno prima. Mi chiedo, ora,  quando riusciremo a ritornare a Ramallah per riuscire a far sorridere tante altre mamme!

ritornare a Ramallah

Mi piace essere ottimista e sperare di riuscire a realizzare la nostra missione nel più breve tempo possibile. Vi chiedo, perciò, di continuare a sostenerci come avete sempre fatto e, ne sono sicuro, farete!

Desidero, ora, farvi i miei più sinceri auguri per le prossime festività nella speranza che la pace torni, al più presto, nei territori palestinesi.

A presto.