(Italiano) Augurio di speranza per il Nuovo Anno

Le considerazioni più significative sull’anno che sta per finire sono quelle relative al coinvolgimento dell’Ambasciatore Italiano ad Amman e il suo supporto nel diffondere e supportare il nostro progetto, che è sempre più conosciuto in Giordania. Altrettanto importante è raggiungere l’obiettivo di ridurre le spese relative a ciascuna missione. L’altra nota davvero positiva è il coinvolgimento di un cardiologo pediatra Giordano, molto conosciuto, il Dr Assad Assad Omar Alhroob che, pur vivendo a Chicago, si è impegnato a partecipare alle nostre future missioni.

L‘obiettivo più importante per il 2017 è la ricerca, peraltro già a buon punto, di un ospedale pubblico dove eseguire le nostre missioni. Grazie alle conoscenze del Dr Alhroob sono stati avviati contatti con il Dr Albasheer, direttore generale dell’Arab Medical Center di Amman, che incontrerò il 2 di Gennaio. L’Arab Medical Center è un centro leader per la cardiochirurgia in Giordania e, almeno in linea teorica, potrebbe essere il nostro centro di riferimento.
Infatti, sarò ad Amman il 1 Gennaio del 2017 per incontrare il Dr AlBasheer ed avviare un rapporto, spero molto fruttuoso, che ci porterà, una volta raggiunto un accordo, ad eseguire le nostre missioni all’Arab Medical Center dove il minore impegno di risorse economiche potrebbe darci la possibilità di operare più bambini ed eseguire più missioni.

L’altra notizia che ci impegnerà notevolmente per il prossimo anno è quella della possibilità di operare a Ramallah, in Palestina, quei bambini Gazawi già in predicato di essere operati ad Amman ma che per una serie di difficoltà non è stato possibile operare. Ed è per questo che dopo Amman, mi recherò a Ramallah dove è stato già fissato un appuntamento con il Direttore Generale del nuovo ospedale, Istishari Arab Hospital, Dr Fathi Abumoghli, già Ministro della Sanità Palestinese.
Come potete vedere, l’inizio del 2017 è già denso di avvenimenti che potrebbero dare un’importante svolta alla nostra attività nell’anno che sta per iniziare.
Brindiamo allora, insieme, al prossimo anno nella speranza che tutte le nostre aspettative possano concretizzarsi e che la nostra attività in medio-oriente possa svilupparsi ulteriormente!

Giancarlo Crupi

presentazione_ambasciatore

Nella Foto: incontro di presentazione del progetto Healing a Child’s Heart all’ambasciata Italiana ad Amman, nella quale sono ritratti Osama Atari, presidente dell’Istiklal Hospital, l’Ambasciatore Italiano, SE Giovanni Brauzzi e Giancarlo.